Loading...

Prontuario su come togliere le macchie dalle tovaglie.Tutte le macchie dalla A alla Z

Il prontuario delle macchie

Aceto
sul cotone: tamponare con acqua e ammoniaca (una parte di ammoniaca per otto parti di acqua), quindi sciacquare con acqua fredda
sui delicati: usare soltanto con acqua tiepida con sapone neutro, risciacquare a freddo e far asciugare
su moquette e tappeti: passare una spugna imbevuta di acqua tiepida, tamponare con uno straccio asciutto e stendere uno shampoo per tappeti. Sciacquare più volte con la spugna imbevuta di acqua pulita
Acquarello
sul cotone: tamponare con acqua e ammoniaca (una parte di ammoniaca per otto parti di acqua), quindi sciacquare con acqua fredda
sui delicati: usare soltanto con acqua tiepida con sapone neutro, risciacquare a freddo e far asciugare
su moquette e tappeti: passare una spugna imbevuta di acqua tiepida, tamponare con uno straccio asciutto e stendere uno shampoo per tappeti. Sciacquare più volte con la spugna imbevuta di acqua pulita
rimedio casalingo: tamponare con alcol denaturato
Adesivo
macchie,cura della casa,antichi rimedi,rimedi della nonna,tovagliesul cotone: strofinare delicatamente con solvente per unghie non oleoso (acetone) dopo aver asportato con un coltellino le incrostazioni;
sui delicati: per gli adesivi, se il tessuto non tollera l’acetone, affidarsi a una buona lavanderia.
su moquette e tappeti: per gli adesivi utilizzare uno smacchiatore a base di acetato di amile puro; se a pelo lungo, rifilare delicatamente con le forbici.
rimedio casalingo: far indurire l’adesivo con ghiaccio e togliere più che si può, poi applicare una soluzione lubrificante e fare asciugare. Se necessario ripetere l’operazione.
Albume
sul cotone: sciacquare con acqua fredda; applicare una soluzione lubrificante aggiungendo un quarto di cucchiaino di ammoniaca; lasciar agire per 15 minuti e sciacquare
sui delicati: lasciare agire pochi minuti con acqua salata, poi con acqua pura e tamponare con uno straccetto asciutto
su moquette e tappeti: asportare il deposito con un coltellino o la punta di un cucchiaino, poi utilizzare uno smacchiatore spray; spazzolare quando asciutto
rimedio casalingo: utilizzare dell’acqua fredda salata
Bevande alcoliche
sul cotone: si tolgono con un tampone imbevuto di alcol puro, poi si lava il capo normalmente; sui tessuti bianchi con acqua ossigenata diluita in sei parti d’acqua, se necessario si candeggia
sui delicati: acqua e alcol in parti uguali per la seta, alcol diluito con due parti di acqua per gli acetati; acqua tiepida e sapone di Marsiglia per le fibre animali
su moquette e tappeti: dopo aver tamponato con acqua minerale gassata, passare un panno imbevuto di alcol denaturato
Bevande analcoliche
sul cotone: le macchie fresche si tolgono con l’acqua fredda; quelle secche con una soluzione di aceto bianco e detersivo liquido in parti uguali
su lana e velluto: si può usare acqua con etere; su seta, solo acqua tiepida
su moquette e tappeti: Tamponare con shampoo per moquette diluito in acqua e poi sciacquare
Birra
su cotone: lavare l’indumento in acqua tiepida e detersivo.
su lana: tamponare da rovescio con alcol, quindi bagnare con acqua tiepida; coprire con talco; spazzolare quando è asciutto.
su seta: acqua e alcol. Se il capo è delicato, è però più prudente affidarlo alla tintoria.
su tessuti d’arredamento: passare con acqua tiepida. Asciugare subito
Brodo
Lavare con acqua tiepida e detersivo delicato
Burro
sul cotone: ricoprire di polvere assorbente (il talco va benissimo) su entrambi i lati e lasciar agire, quindi spazzolare e se restassero ancora tracce di unto, porre il tessuto tra due carte assorbenti e passare il ferro caldo; se rimane l’alone, ripetere l’operazione impastando con la polvere un po’ di trielina
sui delicati: applicare polvere assorbente (talco ad esempio) sulle macchie fresche poi una soluzione lubrificante (glicerina, olio di mandorla), infine lavare come al solito
su moquette e tappeti: con la carta assorbente e il ferro caldo assorbire l’unto, applicare infine un pulitore a secco o liquido per tappeti
se la macchia persiste, usare trielina
Cacao
Immergere il capo nell’acqua di bollitura delle patate (possibilmente tiepida).
Caffè
su cotone: se la macchia è fresca, acqua minerale. Se è vecchia, sfregare la macchia con sapone di Marsiglia leggermente umido; fare ammorbidire in acqua calda, poi risciacquare bene
su lana: acqua minerale al più presto. Se la macchia è vecchia, glicerina per scolorirla, quindi acqua con qualche goccia d’ammoniaca.
su velluto: acqua minerale al più presto, quindi vaporizzare, cioè stirare da rovescio con panno bagnato, per risollevare il velluto.
su pelle e cuoio: acqua minerale, poi asciugare con panno morbido e lucidare con lucido incolore.
su pelliccia: acqua minerale, poi asciugare con panno di lino.
su tessuto impermeabile: acqua minerale subito; se la macchia è vecchia, acqua e sapone.
su tappeti: glicerina per scolorire la macchia, quindi sfregare con acqua tiepida in cui sia disciolta qualche goccia di ammoniaca.
su legno lucidato a cera: passare con panno appena umido, poi lucidare con cera.
su legno laccato o verniciato: passare con panno umido poi lucidare con panno di flanella.
su pareti lavabili: panno umido.
su tappezzeria: passare un panno umido su sapone asciutto e sfregare leggermente la parete.
Candeggiante (a base di cloro)
sciacquare subito; impregnare con una soluzione di aceto e acqua e parti uguali e sciacquare di nuovo
Catrame
sul cotone: se fresco, raschiare con un coltello lo spessore della macchia e ammorbidire con grasso animale (burro o strutto), quindi appoggiare il tessuto su una pezzuola assorbente e tamponare da rovescio con benzina o trielina. Ripassare sul diritto con alcol e, se necessario, con polveri assorbenti per eliminare aloni. Su tessuti scuri, intervenire con acqua e ammoniaca. Lavare dopo la smacchiatura
sui delicati: molto meglio affidarli alla lavanderia oppure provare con uno smacchiatore universale spray: spruzzare, lasciare asciugare perfettamente, poi spazzolare (ripetere eventualmente l’operazione)
su moquette e tappeti: lasciare agire per circa un’ora una soluzione di acqua e glicerina in parti uguali, poi sciacquare con acqua. Se necessario, eliminare i residui con uno smacchiatore per tappeti
su tessuto resistente: strofinare a secco con sapone, lasciare agire una notte intera e poi lavare normalmente
Cera
su cotone e lana: raschiare delicatamente la cera con un coltellino; sistemare sopra e sotto la macchia due fogli di carta assorbente, quindi stirare. Se la cera è colorata e rimane traccia di colore, strofinare delicatamente con cotone imbevuto di etere.
su seta: procedere come su cotone e lana, ma senza usare etere, poi eventualmente lavare il capo con acqua tiepida e detersivo delicato.
su tappeti: raschiare la cera con un coltellino, posare sulla macchia una carta assorbente e passare il ferro da stiro caldo. Smacchiare eventualmente con benzina.
su legno: raschiare con carta vetrata finissima, passare con benzina, lucidare con cera.
Cera pavimenti
sul cotone: raschiare con un cucchiaio poi tamponare con benzina o trielina, infine togliere gli aloni con saponeria
sui delicati: portare in lavanderia i capi in seta; usare acqua e sapone per le fibre artificiali lavabili; per le altre un solvente per il lavaggio a secco
Ciliegia
Lavare con acqua e sapone e tamponare le macchie di ciliegia rimaste con un po’ di latte. Lasciare agire e dopo una o due ore risciacquare
Cioccolato
sul cotone: Tamponare con acqua e poi strofinare con una pezzuola imbevuta in una soluzione di acqua tiepida (un bicchiere) e borace (un cucchiaino). Su tessuti bianchi, sciacquare con acqua e candeggina
su seta: tamponare con acqua addizionata con un cucchiaio di ammoniaca (per ogni bicchiere);
su lana: tamponare con acqua, alcol e qualche goccia di acido acetico;
sui sintetici: trattare con del con cloroformio o acqua ossigenata
su moquette e tappeti: raschiare la parte in superficie poi utilizzare uno shampoo o uno smacchiatore apposito
rimedio casalingo: bagnare la macchia con un miscuglio di glicerina e tuorlo d’uovo: si lascia agire, poi si sciacqua con acqua tiepida
Cipria
su cotone e lana: spazzolare senza bagnare, meglio se con spazzola elettrica oppure tamponare velocemente con etere.
su seta: spazzolare soltanto (niente etere) e se la macchia resiste, meglio ricorrere alla tintoria.
Coca Cola
Tamponare con acqua o glicerina; oppure… togliere l’alone con saponeria
se la macchia è asciutta, bagnarla con una soluzione di aceto bianco e detersivo in parti uguali
su moquette e tappeti: tamponare con detersivo per tappeti e acqua minerale gassata
Colla
Bagnare con acqua tiepida, raschiare leggermente con un coltellino, smacchiare con acqua e ammoniaca.
oppure… tamponare con alcol in cui è stato sciolto sapone di Marsiglia grattugiato e sciacquare;
colla vinilica: si elimina semplicemente con un po’ di acqua tiepida
Colori ad olio
sul cotone: tamponare con essenza di trementina o acquaragia, iniziando dal rovescio e poi sul diritto, tenendo un panno sotto la macchia
sui delicati: è necessario l’intervento della lavanderia
su moquette e tappeti: asciugare le macchie fresche con uno straccetto, poi intervenire con apposito shampoo; su quelle secche, con solvente
Cosmetici
sul cotone: se sono pastosi, usare detergente spray; eliminare le tracce con acqua ossigenata. Per le creme, cospargere con talco o saponeria, spazzolare; togliere gli aloni con benzina
sui delicati: tamponare con etere la lana; lavare con acqua tiepida e detersivo neutro la seta
su moquette e tappeti: Tamponare con shampoo per moquette diluito e poi sciacquare
Erba
sul cotone ed i capi bianchi, si eliminano mettendo a mollo in acqua molto calda, quindi risciacquando. Oppure, immergere e strofinare la parte in latte freddo. Per le macchie vecchie: sfregare con succo di limone e risciacquare con acqua tiepida
su lana: se la macchia è fresca, strofinare con una soluzione calda di acqua tiepida (3 parti), alcol (2 parti) ed ammoniaca (1 parte); poi risciacquare con acqua ed aceto. Se la macchia è vecchia, meglio ricorrere alla tintoria.
rimedio casalingo: trattare con acqua e aceto, dopo aver versato sulla macchia succo di limone
Escrementi di uccelli
sul cotone: raschiare subito il tessuto, quindi procedere con ceto bianco e tamponare con acqua
sui delicati: trattare con acqua ossigenata alcalinizzata o bisolfito di sodio
su moquette e tappeti: asportare con un cucchiaio e poi procedere con acqua tiepida e qualche goccia di ammoniaca
Fango
su cotone: lasciare asciugare e spazzolare, tamponando eventuali aloni con acqua e aceto oppure acqua fredda e ammoniaca nella misura di un cucchiaio per litro
su lana (e tappeti di lana) e seta: lasciare asciugare, spazzolare; quindi eventualmente smacchiare con acqua tiepida con qualche goccia di aceto.
su pelli in genere: lasciar seccare, togliere il fango sfregando leggermente, cancellare le tracce con gomma di matita, infine lucidare con lucido incolore.
su pelliccia: pulire con acqua tiepida ed asciugare con pezzuola di lino.
su tessuto impermeabile: pulire con acqua fredda con qualche goccia d’aceto.
su moquette e tappeti: lasciate asciugare poi aspirate dopo aver rimosso il fango con una spazzola dura; togliere eventuali aloni con un poco di alcol denaturato
Fondotinta
su cotone: mettere in bucato
su lana, velluto, pelle, pelliccia: smacchiare con etere, se la macchia resiste, mandare in tintoria.
su seta: lavare in acqua tiepida con detersivo delicato oppure smacchiare con benzina.
Frutta
Le macchie di frutta vanno lavate in acqua molto calda e tamponate con alcool. Alla fine lavare con acqua ed ammoniaca.
Rimedio casalingo: far ammorbidire il tessuto con un po’ di latte fresco, poi risciacquare con acqua fresca oppure aceto e succo di limone
su cotone, lino e canapa: acqua fredda con gocce di ammoniaca e di acqua ossigenata. Se si tratta di macchie scure: acqua fredda e bicarbonato. Poi mettere in bucato.
su lana: strofinare con latte bollente oppure con succo di limone, quindi sciacquare con acqua fredda.
su tessuti d’arredamento: strofinare con succo di limone quindi spazzolare con spazzola inumidita d’acqua.
su legno lucidato a cera: passare con panno morbido imbevuto di olio di lino.
su legno verniciato o laccato: passare con l’alcol e lucidare subito con panno morbido imbevuto di olio di lino.
su linoleum: segatura umida, quindi lucidare con essenza di olio di lino.
Fuliggine
sul cotone: inumidire con succo di limone caldo; e dopo qualche ora sciacquare.
…oppure cospargere di sale fine la macchia, quindi scuotere e passare la trielina
sui delicati: non intervenire, ma portare il capo in lavanderia
su moquette e tappeti: aspirare bene, senza spazzolare per non estendere la macchia; se rimangono tracce, spargere un po’ di talco, lasciare agire e aspirare
rimedio casalingo: cospargere la macchia con olio d’oliva, poi con polvere assorbente, infine spazzolare
Gelato
sul cotone: le macchie fresche se ne vanno facilmente con l’uso di acqua fredda e detersivo; quelle vecchie vanno ammorbidite con acqua e borace
sui delicati: tamponare con un panno umido, poi intervenire con un solvente antigrasso o con polveri assorbenti
su moquette e tappeti: tamponare con una spugna umida; se la macchia persiste, passare un prodotto per tappeti
rimedio casalingo: trattare con alcol etilico e ammoniaca
Gomma da masticare
sul cotone: tamponare con un cubetto di ghiaccio o mettere il capo in freezer per un’ora; quando la gomma è ben gelata staccarla con un coltello; eliminare i residui con il benzolo
sui delicati: non intervenire, ma portare in lavanderia
Grasso
per il grasso, se si agisce subito, le macchie non vanno trattate con acqua (che lo fa coagulare); cospargere immediatamente con talco, lasciare assorbire, passare con il ferro da stiro ben caldo, spazzolare. per togliere eventuali aloni lavare direttamente con acqua e sapone. Oppure, provate con acqua e ammoniaca.
sul cotone: raschiare il grasso rimasto in superficie, cospargere con polvere assorbente e dopo dieci minuti spazzolare. Se necessario, ripetere l’operazione
sui delicati: sulla lana: tamponare le macchie con trielina o benzina; su tela e raso con trementina, cospargere con polvere assorbente, poi porre il tessuto tra due carte assorbenti e stirare, cambiando carta fino alla scomparsa dell’unto
su moquette e tappeti: mettere una carta assorbente sulla macchia, passare il ferro caldo fino all’assorbimento. Eliminare l’alone con lo spray per tappeti o strofinando con acqua e detersivo specifico
rimedio casalingo: sciogliere del sale in alcol denaturato o in ammoniaca, spazzolare e lavare in acqua calda e sapone.
Inchiostro
sul cotone: tamponare a rovescio con alcol o trementina, oppure lavare con acqua salata o acqua e aceto bianco. Per l’inchiostro di china, ungere con burro e dopo una mezz’ora lavare con detersivo alla soda. Se colorato, utilizzare il permanganato di potassio al 5%. Se indelebile ammoniaca diluita con trementina
sui delicati: per fibre sintetiche, tamponare a rovescio con una soluzione di una parte di acqua ossigenata in sei di acqua;
per la seta, preferire la lavanderia
su moquette e tappeti: passare più volte una spugna imbevuta d’acqua minerale gassata, asciugare, quindi passare una soluzione ottenuta con scaglie di sapone Marsiglia sciolte in acqua bollente e lasciarla agire per circa un quarto d’ora, infine asciugare
Avete segni di inchiostro sulle dita? Sfregatele sulla parte interna di una buccia di banana; spariranno in un baleno.
rimedio casalingo: strofinare delicatamente con l’acqua di cottura non salata dei fagioli bianchi; se il tessuto è in fibra vegetale, tamponare con alcol e latte e poi con acqua e sapone
Iodio
Si consiglia di strofinare delicatamente il capo con una soluzione di acqua fredda e ammoniaca poi sciacquare con acqua tiepida e lavare con acqua e sapone
Latte
sul cotone: se la macchia è frasca, si toglie con semplice acqua tiepida; le macchie secche si ammorbidiscono con acqua e borace
sui delicati: per i tessuti non lavabili, trattare con benzina e polveri assorbenti
su moquette e tappeti: tamponare con acqua e sapone di Marsiglia, sciacquare e procedere al lavaggio con apposito shampoo
Lucido per scarpe
sul cotone: usare uno smacchiatore spray, lasciar asciugare e spazzolare. Per macchie molto accentuate, tamponare con benzina (o acqua e ammoniaca), poi cospargere di saponaria e spazzolare
sui delicati: trattare con alcol e poi con ammoniaca diluita oppure con trementina (ma non sul velluto e seta)
su moquette e tappeti: asciugare con uno straccetto di cotone, poi tamponare con alcol
Muffa
sul cotone: sui bianchi tamponare con acqua e candeggina. Se la macchia persiste, mettere il capo in una pentola con acqua, detersivo e perborato di sodio e lasciar bollire per dieci minuti
su seta, lana e rayon, lavabili e a colori solidi: immergere in acqua addizionata con un cucchiaio di permanganato di potassio (si trova in farmacia), lasciare in ammollo due minuti, risciacquare bene
su moquette e tappeti: tamponare con acqua e sapone di Marsiglia, sciacquare e procedere al lavaggio con apposito shampoo
rimedio casalingo: bagnare con latte bollente e sciacquare dopo circa mezz’ora; sui capi bianchi, sbiancare le macchie vecchie con una pasta composta di sale e succo di limone
Pennarello
sul cotone: tamponare con alcol denaturato, poi lavare con sapone
sui delicati: passare con sapone e glicerina, quindi con alcol denaturato
su moquette e tappeti: asciugare con uno straccetto di cotone, poi tamponare con alcol
Pioggia
su seta: coprire con cremor tartaro, poi spazzolare. Se resta opaca, stirare con ferro caldo frapponendo una tela umida
Pomodoro
sul cotone: se fresco, si toglie con acqua fredda o ammoniaca diluita in acqua tiepida; se conservato o in salsa, tamponare con acqua addizionata a poche gocce di acqua ossigenata
sui delicati: tamponare con acqua fredda, poi da asciutto, con uno smacchiatore spray
su moquette e tappeti: togliere l’incrostazione con uno straccetto inumidito in acqua fredda, quindi applicare un pulitore spray
rimedio casalingo: lavare con acqua e cospargere di talco
Profumo
sul cotone: lavare con acqua e sapone; se la macchia è vecchia, cospargere di saponaria, inumidire con qualche goccia di alcol, spazzolare quando asciutta
sui delicati: sulla seta, tamponare con glicerina tiepida; togliere l’unto cospargendo con polvere assorbente e stirando tra due carte assorbenti
su moquette e tappeti: tamponare con acqua e scaglie di sapone di Marsiglia
rimedio casalingo: strofinare con acqua e qualche goccia di acqua ossigenata a 12 volumi, poi sciacquare con acqua fredda miscelata a un po’ di aceto
Resina
sul cotone: sul bianco, strofinare con un batuffolo di cotone imbevuto di acquaragia o essenza di trementina, oppure con alcol a 90°; sui colorati, insaponare da rovescio e applicare una miscela di un quarto di essenza di trementina con tre quarti di alcol, e sciacquare dopo un quarto d’ora
sulla lana: tamponare con essenza di trementina e poi sgrassare con benzina
su moquette e tappeti: tamponare con essenza di trementina e alcol, quindi sciacquare
rimedio casalingo: trattare dapprima con ghiaccio e poi con olio di trementina o alcol saponato
Rossetto
sul cotone: tamponare con acqua e etere
sui delicati: usare uno smacchiatore spray
su moquette e tappeti: tamponare con alcol
rimedio casalingo: trattare con ammoniaca diluita
Ruggine
sul cotone: usare qualche goccia di antiruggine, o provare con acqua e ammoniaca e, per la biancheria, con sale e succo di limone, poi scaldare con il ferro da stiro frapponendo un panno
sui delicati: sulla seta, tamponare con alcol puro
su moquette e tappeti: succo di limone e un pizzico di sale fino, sciacquare con acqua fredda o tiepida
rimedio casalingo: trattare con sale fino e succo di limone e lasciando al sole per un’ora
Sangue
sul cotone: tamponare con acqua molto fredda (quella calda fissa la macchia), insaponare e risciacquare. Oppure applicare una soluzione composta da una parte di acqua ossigenata e da cinque di acqua; se non fosse sufficiente, ricoprire la macchia con perborato e spazzolare dopo un’ora
sui delicati: spalmare un impasto di amido e acqua, spazzolare quando è secco, oppure acqua ossigenata
su moquette e tappeti: se fresco tamponare con una spugna imbevuta di acqua fredda; se a secco, acqua e glicerina in parti uguali e poi sciacquare
rimedio casalingo: prima del lavaggio trattare le macchie vecchie con acqua fredda e con ammoniaca
Smalto per le unghie
sul cotone: mettere un panno bianco sotto la macchia e poi tamponare con acetone per unghie non oleoso
sui sintetici: non intervenire ma portare in lavanderia
su moquette e tappeti: passare molto leggermente un batuffolo di cotone imbevuto di solvente oleoso per unghie e poi, sulle tracce rimaste, alcol denaturato, quindi lavare con shampoo apposito
Spinaci
Strofinare con una patata cruda e lavare con sapone di Marsiglia in acqua tiepida le parti macchiate di spinaci
Sudore
sul cotone: tamponare con acqua e ammoniaca, quindi sciacquare abbondantemente
sui delicati: lavare la lana con acqua molto salata, tamponare la seta con etere e acqua in parti uguali
su moquette e tappeti: acqua fredda e aceto

sul cotone: tamponare con acqua e succo di limone; le macchie più resistenti, si sfregano con un po’ d’alcol e ammoniaca diluita
sui delicati: sui sintetici passare succo di limone e sciacquare; se l’acqua fredda non è sufficiente a smacchiare seta e lana, aggiungere qualche cucchiaio di acqua ossigenata
su moquette e tappeti: asciugare con un panno di cotone, tamponare con una spugna imbevuta d’acqua, quindi intervenire con uno shampoo per tappeti. Se non basta, da asciutti, applicare uno smacchiatore spray
rimedio casalingo: applicare un composto di glicerina e tuorlo d’uovo, sciacquare dopo un’ora circa
Uovo
sul cotone: raschiare la superficie della macchia, cospargere di sale inumidito con acqua e spazzolare dopo circa 10 minuti
sui delicati: usare acqua leggermente tiepida addizionata con uno o due cucchiai per litro d’ammoniaca
su moquette e tappeti: raschiare il deposito, poi procedere con acqua fredda salata
Urina
sul cotone: tamponare con acqua e poche gocce di acqua ossigenata o di ammoniaca; se il tessuto lo consente, acqua calda e candeggina
sui delicati: tamponare con una soluzione di acqua tiepida, perborato e qualche goccia di ammoniaca
su moquette e tappeti: tamponare con acqua fredda e sciacquare con un disinfettante e con una leggera soluzione di ammoniaca per rinvigorire i colori
rimedio casalingo: trattare con del succo di limone
Vernice
sul cotone: acqua calda con essenza di trementina, poi lavare con acqua e sapone; le vernici alla nitrocellulosa si eliminano con l’acetone
sui delicati: le fibre animali si trattano da rovescio con trielina o acetone; quelle sintetiche, con acqua calda e, se necessario, con benzina; la seta, si immerge nel latte caldo e poi si toglie con la benzina
su moquette e tappeti: come per i delicati; se necessario, terminare l’operazione usando uno shampoo per tappeti
Vino
sul cotone: cospargere subito la macchia con sale fino, fare asciugare, quindi procedere al normale e se necessario e se il tessuto lo consente, candeggiare
sui delicati: sulla lana bianca e sulla seta utilizzare una soluzione di una parte d’acqua e sei d’acqua ossigenata
su moquette e tappeti: tamponare con una pezzuola bianca asciutta, poi passare una spugna imbevuta di acqua tiepida più volte; se la macchia persiste, applicare acqua e glicerina in parti uguali e lasciare agire per circa un’ora, tamponare con uno straccetto imbevuto di acqua fredda, infine passare un po’ d’alcol denaturato
rimedio casalingo: latte caldo oppure succo di limone caldo; su lino e colore bianco, tamponare con vino bianco; l’acqua di cottura dei fagioli è efficace per tutti ti tessuti

Prontuario su come togliere le macchie dalle tovaglie.Tutte le macchie dalla A alla Zultima modifica: 2019-02-13T08:40:54+01:00da shopper2000
Reposta per primo quest’articolo
Loading...